Pomodorini secchi sott’olio

Pomodorini secchi sott’olio

I pomodorini secchi sott’olio sono gustosi come condimento di paste o risi freddi. Aggiungono carattere agli antipasti e ai sandwich di ogni tipo.

 

INGREDIENTISenza glutine

3,5 kg di pomodorini ciliegini freschi

Capperi sotto sale

Origano essiccato

Vasetti di vetro con chiusura ermetica

 

Lavare e asciugare i pomodorini, tagliarli a metà e adagiarli su una grata in modo che siano ben areati e che prendano il sole completamente. Lasciarli esposti al sole all’esterno per tutta la giornata. Ritirarli alla sera, prima che cali l’umidità della notte o nei giorni piovosi o particolarmente umidi. Ripetere l’operazione per una decina di giorni.

Quando saranno ben secchi e molto profumati saranno pronti per la conservazione sott’olio.

Adoperare dei vasetti sterilizzati di vetro dall’imboccatura larga, atta a consentire l’inserimento agevolato dei pomodorini all’interno del contenitore stesso.

Sistemare i pomodorini nei vasi schiacciandoli bene tra loro, alternandoli a qualche cappero e all’origano essiccato. Una volta riempito il vaso di pomodorini aggiungere l’olio fino a coprirli completamente. A questo punto con il manico di un cucchiaio di legno schiacciare bene i pomodorini fino a far uscire tutte le bolle d’aria nascoste tra gli strati. Chiudere ermeticamente i vasi.

Sterilizzare i vasi ponendoli in una pentola con acqua, avendo la cortezza di separarli tra loro con degli strofinacci, in modo che non battano durante l’ebollizione dell’acqua, far bollire per qualche minuto, poi spegnere il fuoco e lasciar raffreddare i vasi all’interno della pentola con l’acqua.

Una volta raffreddati lasciar riposare in cantina o in un luogo fresco e buio.

Pomodorini secchi sott'olio

In alternativa i pomodorini secchi si possono tritare e conservare esattamente come quelli interi a mo di pesto, ottimo per condire paste e riso freddo.

Lascia un commento