Gnocchi di Spinaci

Gnocchi di spinaci

Gli gnocchi agli spinaci sono ghiotti e colorati. Possono essere conditi con tanti sughi e sapori differenti, dai più delicati ai più aggressivi senza perdere il loro carattere aromatico.

 

INGREDIENTI

800 g patate rosse (vecchie, non novelle)

300 g Spinaci lessati

200 g Farina (questo quantitativo varia a seconda delle patate utilizzate e dell’umidità ceduta dagli spinaci)

2 Tuorli d’uovo

1 Spicchio d’Aglio

Sale

 

Pulire da eventuali residui di terra le patate spazzolandole in superficie. Sciacquare più volte e metterle a lessare in una pentola d’acqua salata con una piccola manciata di sale grosso per 45 minuti circa a seconda della grandezza delle patate.

patate lesse

 

Scolare le patate e spellarle ancora calde. Per questa operazione è consigliabile utilizzare dei guanti di gomma e un coltellino per la verdura.

sbucciare patate

 

Mettere le patate ancora calde nello schiaccia patate e raccoglierne il risultato in una terrina piuttosto grande. E’ fondamentale non lasciare che le patate si freddino poiché il composto ne risulterebbe meno farinoso.

patate lesse schiacciate

 

Far soffriggere un cucchiaio d’olio e uno spicchio d’aglio intero in un tegame basso ed aggiungere gli spinaci lessati. Cuocere così gli spinaci fino a quando si saranno asciugati a dovere. A fine cottura eliminare l’aglio. Passare gli spinaci al mixer ed aggiungere il composto ottenuto alle patate. Aggiungere anche la farina con i tuorli d’uovo e con le mani miscelare il composto fino ad ottenere una palla molto morbida.

impasto gnocchi

 

Lasciar riposare il composto per 30 minuti poi mettere il composto su una spianatoia infarinata. Tagliare delle piccole porzioni e arrotolarle sulla spianatoia con le mani, aggiungendo farina se necessario, tagliare a tocchetti con un coltello infarinato. Lasciar riposare i tocchetti così ottenuti e poi utilizzarli.

gnocchi di spinaci

 

Gli gnocchi di spinaci si possono ornare facendo passare ogni tocchetto sulla forchetta infarinata schiacciandolo con il pollice in modo che rimangano impresse sulla superficie dello gnocco le righe prodotte dai rebbi (denti) della forchetta.

 

Lascia un commento