Patè di fegato di anatra a modo mio

Paté di fegato d’anatra a modo mio

Paté di fegato d’anatra a modo mio

Il Paté di fegato di anatra a modo mio richiede tempo nella cottura. Non dovremo avere fretta quindi di cuocerlo ma sicuramente dato il gusto curiosità nell’assaggiarlo.

Abbinamento vino: Spumante millesimato Extra Brut

 

INGREDIENTI

400 g Fegato di anatra pulito dal grasso

1 Cipolla bionda di medie dimensioni

1 Foglia di Alloro essiccata

140 g Burro Bavarese (82% di grasso)

1 Bicchierino di Rhum

Sale

Pepe nero

 

Lasciar scaldare il burro a temperatura ambiente per un paio d’ore.

burro-bavarese

 

Far sciogliere un terzo del burro in una padella antiaderente a temperatura bassissima, aggiungere la cipolla tagliata grossolanamente e lasciar cuocere fin tanto che avrà liberato tutto il liquido di vegetazione.

soffritto cipolle

 

Nel frattempo pulire dal grasso e tagliare finemente il fegato di anatra. Aggiungerlo quindi insieme alla foglia di alloro al burro e alla cipolla, lasciando il fuoco molto basso. Regolare di sale e pepe.

fegato d'anatra

 

Cuocere il fegato solo qualche minuto per non farlo indurire troppo. Infine aggiungere un po’ di Rhum e far evaporare. Spegnere il fuoco e lasciar intiepidire senza coperchio.

 

Mettere in seguito il composto raffreddato in un tritatutto assieme al burro rimasto eliminando precedentemente la foglia di alloro.

mix patè

 

Tritare il tutto e versarne la risulta in una padella antiaderente. Cuocere a fuoco bassissimo per qualche minuto mescolando appena e far nuovamente intiepidire.

cottura finale patè

 

Trasferire il paté così composto in una terrina, lasciar raffreddare ed evaporare completamente. Coprire poi la terrina con della pellicola e riporre in frigorifero per qualche ora.

patè d'anatra

 

Il Paté di fegato d’anatra a modo mio ora è pronto ma prima di degustarlo toglierlo dal frigorifero e lasciargli riprendere la temperatura ambiente.

Paté di fegato d'anatra a modo mio

Il Paté di fegato d’anatra a modo mio spalmato su delle tartine o ferratelle (nel caso per celiaci) rimane un antipasto delicato ma gustoso. Associato a dei buoni vini poi risulterà con un gusto raffinato e unico nel suo genere.

 

Lascia un commento